news

L’associazione “Lega Nazionale Per La Difesa Del Cane – Sez. Salerno” nasce nel 2005, quando la presidente attuale, Antonella Centanni, decide di aprire la sezione di Salerno. Essa mira a promuovere il rispetto e la tutela degli animali, battendosi per aiutare animali in difficolta, abbandonati, maltrattati in collaborazione con i comuni e le Asl di riferimento.

L’associazione opera fisicamente ed attivamente presso i canili di Salerno e di monte Eboli, ma si effettuano interventi anche fuori regione.

Gli obiettivi principali sono mirati a combattere il randagismo di tutta la provincia di Salerno, promuovere la sterilizzazione (mezzo per combattere il randagismo) e attivarsi anche attraverso denunce dopo aver riscontrato casi di maltrattamento. Il fine ultimo, ma non per importanza, è quello delle adozioni che vengono promosse molto sulle pagine social (Instagram e Facebook). Non basta però scegliere l’animale adatto alle proprie esigenze bensì, prima della consegna viene sempre effettuato un colloquio pre-affido per valutare se il proprietario risulta idoneo al mantenimento dell’animale e solo successivamente vengono consegnati gli animali già sterilizzati e con annesso microchip.

Il fine dell’associazione, in primis, è quello di riuscire a creare una coscienza animalista, di sensibilizzare le persone verso la tutela e la cura degli animali e tutto questo si può raggiungere con le tante attività che vengono organizzate.

Vengono organizzati vari momenti di aggregazione per sensibilizzare la popolazione: giornate di adozione, di microchippatura gratuita (altro strumento per combattere randagismo), raccolte alimentari presso vari negozi, eventi di solidarietà (es. cena dell’associazione natalizia), giornate nel canile “a porte aperte”; inoltre, un’importante iniziativa dal nome “adottami per un’ora” che vede i volontari girare per le strade di Salerno con i vari cani, questo al fine di far conoscere da vicino l’animale e stimolare le persone nei contesti quotidiani.

Emanuela Cataldo, una volontaria dell’associazione, afferma “il volontariato è collaborazione quindi più si uniscono le forze più avremo modo di incrementare questa sensibilizzazione; ci aspettiamo grandi cose da questa collaborazione con una realtà così grande come quella di Dog&Cat poiché ci vede uniti per lo stesso scopo”.