Dog & Cat Megastore – Dog & Cat Megastore.
Benvenuti sul sito Dog&Cat
ORDINA ENTRO 
 E IL TUO ORDINE VERRÀ SPEDITO

CONTATTACI AL: 3773479543

Mese delle vespe: come proteggere Fido!

Mese delle vespe: come proteggere Fido!

Mese delle vespe: come proteggere Fido!

Il clima diventa lentamente più fresco, le giornate si accorciano e il sole non raggiunge più le sue temperature elevate. Questo porta sollievo soprattutto al nostro Fido. Tuttavia è importante continuare a prestare molta attenzione ai pericoli di fine stagione.


Settembre si caratterizza per essere il mese delle vespe, in quanto raggiungono la loro massima espansione proprio in questo mese. Questi insetti volanti rompono i loro nidi per andare alla ricerca di zucchero, essenziale per la loro sopravvivenza in inverno. Allo stesso tempo, durante il loro viaggio, possono incontrarsi con in nostri amici a quattro zampe provocando punture dolorose

Il dolore viene provocato dal loro pungiglione, che rilascia sostanze enzimatiche e mediatori dell’infiammazione causando anche vasodilatazione locale con immediato gonfiore della parte interessata.

 

COSA FARE SE IL CANE VIENE PUNTO DALLA VESPA?

La reazione immediata del nostro cucciolo sarà quella di lamentarsi e attuare comportamenti anomali come la corsa continua o la ricerca di nascondigli. Inoltre, dopo alcuni giorni, è possibile notare la presenza di infezioni e crosticine nella parte colpita. 


È importante verificare la presenza del pungiglione ed eventualmente rimuoverlo. Applicare poi ghiaccio (ricordandosi di avvolgerlo per non bruciare la pelle) o acqua fredda nel punto in cui era presente il pungiglione, per ridurre gonfiore e fastidio. Alcuni cuccioli possono anche avere differenti reazioni allergiche e se persistono dolore e infezione contattare subito il veterinario di fiducia

 

COME PREVENIRE LE PUNTURE DI VESPA?

Nonostante non esistano vere e proprio procedure di profilassi per evitare di essere punti, è consigliabile comunque seguire alcuni accorgimenti che possano evitare l’arrivo delle vespe.


Ad esempio lo shampoo con olio di Neem è un valido strumento naturale per contrastare la presenza sul cane di parassiti ed insetti, grazie all’odore poco piacevole dell’olio. Lo shampoo deterge in profondità donando luminosità, vitalità e protezione al pelo del tuo cane. 


L’olio di Neem si può trovare anche nella versione delle salviette, come quelle di Protezione Naturale Beaphar. Le salviette, utilizzando solo essenze ed oli vegetali davvero efficaci, svolgono un effetto scudo a difesa del cane e del gatto, specie nei periodi di bella stagione e di gioco all’aperto. Al contempo si presentano delicate per il mantello e la cute del cucciolo.


Se invece si preferisce avere una protezione costante e duratura è possibile usare Camon Protection CollareL’Olio di Neem è incorporato dal supporto in polietilene nella sua interezza. Grazie ad un’eccezionale esperienza di produzione, una piccola quantità di olio viene rilasciata ogni giorno.

Dopo 72 ore il collare dà la sua piena attività e garantisce una durata a lungo termine di 2 mesi. Il collare può essere indossato in modo permanente e non viene influenzato dall’acqua.


Sottoforma di spray si consiglia invece il Camon Protection, un profumatore per ambienti esterni ed interni.  È un prodotto naturale e delicato che, grazie all’olio di Neem ed al pregiato olio essenziale di Citronella bio e linfa di Copaiba, profuma e rinfresca, risultando completamente innocuo per adulti, bambini e animali domestici. Inoltre, questo spray ambiente non contiene petrolati o profumazioni di sintesi.


Un’ alternativa è il Beaphar Prot nat home spray ambienti, grazie alla presenza di estratti naturali, se applicato regolarmente, contribuisce a creare un ambiente sfavorevole all’insediamento di ospiti indesiderati su cuscini, kennel, tappeti e divani. E’ consigliabile vaporizzare lo spray su cucce, brandine, coperte, kennel e tappeti da una distanza di circa 30 cm e spazzolare, ripetendo la procedura settimanalmente.


Tuttavia, se queste precazioni non dovessero bastare, l’importante è mantenere la calma, pulire la zona interessata, osservare il cane e l’evoluzione dei suoi sintomi, tenendosi sempre pronti all’intervento del veterinario di fiducia

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Cliccando sul bottone Accetta, invece, presti il consenso all'uso di tutti i cookie cookies policy